Ci sono cose che non sappiamo ancora spiegare, altre che non vogliamo, e altre ancora che non possiamo…
Poi ci sono le cose che abbiamo spiegato e solo dopo averlo fatto abbiamo capito che sarebbe stato meglio non farlo.
Ci sono anche le cose che non vogliamo spiegare, o meglio, che ignoriamo di aver già spiegato a noi stessi.
Ma di tutte, le uniche cose che non fanno male sono quelle che non possiamo spiegare, perché le prendiamo come assolute, sono quelle che ci fanno dire che le cose stanno così, punto e basta, “sic stant res”…
Ma oggi come oggi, anche stando così le cose, la nostra mente ama farsi del male e elabora castelli e castelli anche sopra questo dato di cui non sappiamo niente… Oggi come oggi nulla ci fa star bene, se non la consapevolezza che il bene esiste in fondo o in cima che dir si voglia…
Mi sembra appropriato concludere con una frase di Cicerone, che forse meglio di qualsiasi scrittore moderno riesce a mostrare la realtà anche dopo tutti questi anni:
 
“Mala tempora currunt, sed peiora parantur”
 
(Corrono tempi difficili, bui, ma se ne stanno preparando di ben peggiori) 
Annunci