Ci viene negata la libertà di parola, di stampa, di pensiero…

Ribelliamoci!

Ci viene negata una vita decente e sicura per quanto possibile…

Ribelliamoci!

Nulla ci viene garantito se non il pagamento di ogni tassa possibile, se non il debito verso il creditore che abbiamo assunto per compensare alle mancanze che ci perseguitano…

Ribelliamoci!

Vivere non è un dovere o un obbligo: vivere è un DIRITTO!

Viviamo! Ribelliamoci!

Siamo ormai sempre più accerchiati da un potere che non sentiamo comune, che non sentiamo nostro, che non è stato scelto da noi popolo, che ci è stato imposto…

Ribelliamoci!

La costituzione, all’articolo 3, parla chiaro:

<<Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.>>

Ribelliamoci!

Ci sembra che ci venga garantito tutto, falso!

Ci sembra di stare meglio, falso!

Ribelliamoci!

Se si vuole costruire qualcosa di migliore per tutti, qualcosa di grande, BISOGNA FARLO INSIEME!

L’unione fa la forza.

Uniti contro un male comune quale è adesso la nostra rappresentanza politica possiamo riuscire a garantirci qualcosa di più rispetto a ciò che abbiamo ora, a garantirci quello che vorremmo e che desideriamo avere!

Ribelliamoci!

Uniamoci!

Insieme…

Annunci