Rivelazione… in greco “epifania”…

Quante volte vorremmo rivelarci, scoprirci per chi siamo veramente e invece stiamo nascosti dietro ad una maschera che non ci appartiene? Viviamo nascosti all’insegna del “late biosas”.

Il vivi nascosto del Greci…

Siamo contenti di vivere nascosti sebbene questo non faccia capire chi siamo agli altri perchè tutto sommato ci piace lasciar trasparire un carattere più di un altro o viceversa a seconda della persona che abbiamo davanti.

Quante volte ci capita di vivere attimi uguali ma al contempo diversi perchè anche se l’azione è la stessa cambia la personalità con la quale la affrontiamo?

Quante volte ci capita di essere invece noi stessi? Una leggera differenza ci divide da noi finti e da noi veri.

Vero è bello, vero è buono, vero è particolare, originale, nuovo, affascinante, stupendo; invece finto è incongruente, non compatibile con la nostra vera persona, anormale, banale, tipico ( nel senso di frequente… ripetitivo), non è particolare. Il finto lo vediamo troppo spesso: nelle altre persone, anche in una sola che ci circonda tutti i giorni possiamo vedere la falsità della persona…

 Dobbiamo essere noi stessi per affrontare tutte le situazioni che ci si possono parare davanti, dobbiamo saperle affrontare prima VERI e poi capire magari anche come affrontarle FALSI…

Se non conosciamo noi stessi non possiamo pretendere di essere centomila (per citare Pirandello). Se non conosco il mio vero IO non posso utilizzare un “alter ego”, non saprei controllarlo, farei comunque intravedere la mia vera personalità.

Siate voi stessi, non cambiate, è meglio essere apprezzati per quello che si è invece di essere odiati per cosa non siamo!

Annunci