Frasi belle, frasi brutte, frasi sciocche, frasi dolci, frasi impegnate, frasi d’addio, frasi dolorose, frasi d’amore,  frasi ingenue ma dette col cuore, frasi pensate ma senza senso, frasi amiche, frasi nemiche, frasi strane, frasi stonate…

Tutta la nostra vita é fatta di frasi, dalla mattina alla sera, dalla giovinezza alla vecchiaia, dall’aurora al tramonto.

Ci svegliamo e cominciamo con un ” buongiorno ” continuiamo a dirlo per tutta la mattina insieme ad altre parole, altre sillabe, che messe insieme nell’ordine giusto formano una parte della nostra giornata quella che normalmente va da che ci svegliamo a che pranziamo, ” buon appetito “, ” salve come va? “, ” allora oggi che facciamo? “…

La nostra giornata continua, come anche la nostra vita, i giorni passano, ma la routine continua a ripetersi inesorabilmente, a volte improvvisiamo ma le frasi quasi sempre da giorno a giorno sono le stesse.
Aspettiamo una parola in più che ci faccia cambiare, ma arriviamo alla fine dei nostri giorni uguali a come eravamo all’inizio, cinici a volte, crudeli, buoni, simpatici, egocentrici, altruisti, modesti, egoisti…

Ognuna di queste parole ci descrive anche se in piccolo, ma come da a descriverci se non in una frase? Ecco ciò che voglio dire: noi siamo composti, e che ora nessun biologo dica ” per la maggior parte di acqua “, da frasi, che ci caratterizzano, che ci permettono di esprimere ciò che pensiamo, di farci comprendere, di far comprendere chi siamo, cosa vogliamo e cosa vorremmo, di far si che si possa parlare con altri, ma che sopratutto permettono a noi stessi di capire chi siamo veramente.

Le frasi sono come i fiori, ce n’é una per ogni occasione, come i frutti, uno per ogni campo, per l’amore é la banana, del peccato la mela, per la sensualità la fragola e così via.
Perché siamo spinti dal subconscio a leggere una qualsiasi cosa che potrebbe capitarci tra le mani? Perché se siamo composti frasi, non v’é miglior nutrimento della lettura che ci permette di assorbirne il più possibile e di arricchire il nostro bagaglio…

Allora non mi resta altro da dire che mangiate mangiate e mangiate ancora libri, pagine su pagine fino a che non vi sentirete gonfi e sazi di ciò che avrete mangiato! Mai!

Annunci