Andare, scoprire, viaggiare, tornare: quante cose si possono mettere in pratica per occupare il tempo, per non pensare, chi più ne ha piùne metta!

Ci sone cose però che non possiamo controllare, come appunto il pensare, vi potrà sembrare contraddittorio cn le parole scritte sopra, ma in fondo vedrete e capirete che non lo è. Noi crediamo a volte di fare cose per non pensare, invece pur noi distraendoci, magari apposta per non farlo, riusciamo comunque a porci diversi interrogativi se non di più dei momenti in cui proprio vogliamo ragionare su noi e sulla nostra situazione.

C’è chi si dà a folli spese, chi legge, chi scrive ( come sto facendo io ), chi disegna, chi pittura, chi fa un giro, chi corre, chi guida, chi fa tutt’altro, ma sempre una cosa accomuna tutti : il pensare.

Spendendo, leggendo, scrivendo, disegnando, pitturando, girando, correndo, guidando, facendo tutt’altro, comunque noi pensiamo, su cosa ci è successo, su come reagiremo, su cosa potrebbe succederci, su cosa avremmo potuto evitare, su ciò che vogliamo, su ciò che gli altri vorrebbero, su ciò che ci piacerebbe fare, su coloro con cui vorremmo passare un po’ di tempo, su quelli che invece non vorremmo proprio vedere, e quindi PENSIAMO…

Pensare, forse è la cosa migliore che ci potrebbe capitare in certe occasioni ma anche la peggior condizione di essere in altre.

Milan Kundera, poeta, saggista e romanziere ceco una volta ha scritto :

<<Un uomo in grado di pensare non è sconfitto anche quando lo è sul serio>>.

Cosa vuole intendere con questa frase se non il fatto che un uomo a cui viene tolto tutto, viene battuto, viene sconfitto, viene oltraggiato è pur sempre libero perchè nessuno potrà mai togliergli la capacità di pensare, di ragionare, di farsi una propria opinione quindi di opinare, nessuno può permettersi e nessuno è in grado di costringerlo in certi schemi che magari sono fuori da lui, che non gli apparterrebbero mai e poi mai.

Siccome non trovo una giusta conclusione per questo articolo che ormai è andato troppo per le lunghe: PENSATE, PENSATE e PENSATE ancora !

Non smettete mai di farlo perchè è grazie al pensare che la società può progredire. grazie a ogni cosa pensata ognuno si può fare un’opinione e proprio grazie a queste si raggiunge la diversità e la bellezza intrinseca a ognuno di noi.

Pensate… Pensateci…

Annunci