La distanza … L’assenza … L’allontanamento …

Tutti e tre contribuiscono alla malinconia di una persona,  portano il proprio stato d’animo a fingere di stare bene per non far veder  fragilità, debolezza, ma altresì forza e impassibilità. Non è così.

Il non parlare logora. La distanza accoltella. L’assenza spara. La monotonia uccide. Il non vedersi seppellisce.

Quanto fragili siamo di fronte alla mancanza di qualcosa di importante ?

Troppo … Troppo per poterlo descrivere, per poter solo cercare di accennare all’argomento.

Periodo nero ? No solo oscuro, ma non ancora nero perché comunque abbiamo la certezza o per lo meno la quasi totale sicurezza che tutto questo presto finirà che ogni cosa tornerà alla normalità.

Tre mesi equivalgono a niente, una settimana o più sono ancora meno. Nessun passo avanti.

Sospetti ? No grazie, cerco di sopravvivere senza. Cose con le quali sarei abbattuto, avvilito, i sospetti … Cattivi amici che cercano di deviarti da ciò che invece è realmente, ma pur sempre li pensiamo, e se noi li pensiamo vuol dire che abbiamo un fondamento a cui aggrapparci una fune a cui reggerci per farli esistere.

Pochi avranno capito, forse nessuno, e così deve essere.

Emozioni che passano, ma che lasciano un segno, una cicatrice. Pensieri che provocano odio, mai amore.

Credi sia in un altro modo da come vorresti che fosse ? Certo è sempre in un altro modo, quando mai i miei sogni si realizzano ?

Era meglio se … ? … Quello sempre, i ripensamenti sono la prima cosa che fa male, e non passa, il dolore resta.

Forse avresti potuto … Si quello si tutti avremmo potuto fare qualcosa di diverso qualcosa in più, io in primis sarei stato in grado ma non ho voluto, non so ancora perché, e ogni volta che ci penso strappo un pezzo di vita da me stesso, un brandello di cuore e mente se ne va.

Ma sei sicuro che è così ? Si sono sicuro, preferirei non esserlo ma lo sono, fa male a me pensarlo ma ormai lo so … Sicuro … Io lo sono, credo ormai sia evidente per tutti.

Grazie … A chi ? … Non davvero a me, forse a qualcun altro, a qualcuno che sapeva, a quelli che avrebbero potuto aiutare, ma non a me.

Annunci